La Community del Canottaggio Master e non solo

Schema Strutturale Organizzativo

” Carneade ! chi era costui ? ruminava tra se don Abbondio ….. ” ed il sottoscritto invece si è domandato ” schema strutturale organizzativo che cos’è ?” quando si è trovato a leggere queste tre misteriose parole sul sito federale .
Per fortuna il chiarimento è arrivato in breve tempo con una lunga, lunghissima telefonata ricevuta da Giosuè Vitagliano.
Credo che tutti, nel mondo del canottaggio, conoscano Vitagliano quale Presidente della Commissione Direttiva Arbitrale, non so invece quanti sanno che il mio amico Giosuè è stato una delle prime persone ad aiutarmi ad aprire la strada che ha portato il mondo master italiano a quello che oggi è.
Proprio per questo la telefonata mi ha fatto molto piacere ed il chiarimento che ho avuto e che quindi posso riportare sulle pagine di Amoremare , sicuramente aprirà uno squarcio nella vicenda ancora poco chiara dell’oramai famoso ” EX ALLEGATO E “
Da quanto ho potuto capire , la Federazione è impegnata a far nascere questi Schemi Strutturali Organizzativi che permetteranno di non incidere sul Codice delle Regate nella eventualità di dover modificare e/o aggiornare qualcosa.
Probabilmente non tutti sono a conoscenza che una modifica al Codice delle Regate, teoricamente, per essere operativa deve attendere il nulla osta del CONI con tutta la burocrazia annessa.
Quindi se il regolamento dell’attività master con le sue appendici verrà riportato in uno SCHEMA STRUTTURALE ORGANIZZATIVO sarà più agevole la gestione del mondo dei master laddove si dovesse apporre modifiche resesi necessarie nella attuazione pratica del regolamento.
Per non infilarmi in ragionamenti che possono a loro volta diventare fumosi , credo di poter affermare , così come Giosuè Vitagliano con la sua autorevolezza mi ha confermato , che tutto rimarrà inalterato fino al varo dei nuovi S.S.O..
Per fortuna che non si sono chiamati SCHEMI ORGANIZZATIVI STRUTTURALI , altrimenti l’acronimo diventerebbe S.O.S. , famoso segnale di soccorso che comunque invochiamo ancora oggi per fare ufficialmente chiarezza sul concetto di “EX ” forse usato impropriamente.
Paolo Caracciolo di Brienza