La Community del Canottaggio Master e non solo

dopo Pisa

Dopo la giornata di sole ,quasi primaverile, che ha visto per la prima volta nelle regate di fondo la partecipazione dei master nel quattro di coppia divisi in tre categorie, la prima considerazione da fare è che l’introduzione della categoria over 55 , mutuata dal regolamento del coastal, ha sicuramente dato un buon risultato.
Lo stimolo agonistico è sicuramente cresciuto per il maggiore equilibrio che si è venuto a creare.
Il numero degli equipaggi è stato pressocchè pari nelle due categorie più “anziane” mentre si riscontrata l’iscrizione di solo tre equipaggi nella categoria under 42.
Premesso che il numero di equipaggi della categoria più “verde” presente a Pisa è perfettamente allineato con il numero di quelli che erano presenti nel campionato 2011 fatta eccezione per Torino e Varese ( Pisa 3, S.Giorgio 4 , S .Giorgio 2, Roma 2 , Torino 8 , Varese 9), ritengo che una spiegazione la si possa trovare nel fatto che più di uno ha preferisce essere presente nella catg. 43/55 per far parte di un equipaggio più competitivo ; infatti in questa categoria a Pisa ben 6 canottieri su 24 ( 25%) non superavano i 45 anni .
Viceversa la considerazione che alcune società abbiano preferito far tesserare i master più giovani nella categoria senior , è poco credibile rapportando i numeri alla stagione 2011 dove non c’era l’obbligo di scelta dio tesseramento.
Paolo Caracciolo di Brienza