La Community del Canottaggio Master e non solo

L’opinione di Pasquale Chiella

Buongiorno e buon anno a tutti,

Rispetto alle persone precedentemente messe in copia ho aggiunto anche Antonella Corazza, che penso che non abbia bisogno di nessuna presentazione.

Per quanto riguarda la canottieri Corgeno siamo in quattro ad aver dovuto prendere una decisione per quanto riguarda la nostra categoria di appartenenza nel 2012 (antonella due volte campionessa italiana master 2011, Ugolotti Massimo due volte vice campione italiano ai campionati master 2011, Angelo Cancellieri campione italiano di gran fondo over 43 e io che ho vinto il titolo ai campionati master del 2011).

Onestamente non riesco proprio a comprendere come si possa promuovere il movimento master attraverso questo nuovo regolamento. Da quest’estate mi sono sempre chiesto come si possa incentivare la partecipazione di atleti alle gare master dimezzando le categorie A e B??? E andando anche a perdere qualche atleta della categoria C di notevole livello??? Per esempio Antonella (appartenente alla categoria C) non potrà difendere i due titoli italiani vinti quest’anno e Claudio (patrimonio sia della categoria senior che master).

Assurditá nell’assurditá ho appreso in questi giorni che dai master D in poi si puó partecipare sia alle gare master che senior? Qual’è il senso in tutto ció? Ma se per esempio la canottieri Corgeno avesse 3 senior e un master A allenato discretamente da quest’anno non potrebbe piú fare un 4x senior ma invece con 3 senior e un master D si potrá fare???? Cosí facendo ai campionati senior continueremo ad avere quei 15 o 20 singolisti ridicoli e nn allenati che danno solo fastidio a chi si è preparato un anno intero e deve fare batterie tiratissime recuperi altrettanto tirati perchè ci sono questi ultra master D che partecipano solo per portare alle “società” i finanziamenti di alcune regioni per la partecipazione ai campionati senior assoluti.

I master A e B competono in categorie a loro riservate non capisco perchè si debbano temere quei ragazzi che ancora competono nei senior e poi onorano la categoria master partecipando alle loro gare.

Mantenere tale regola vorrà dire ridurre, inevitabilmente, sia il numero dei master piú giovani e sia il livello almeno delle prime tre categorie.

Ma come… dai commenti su amoremare post campionato a tutti sono piaciute le gare piú combattute. Per far si che ce ne siano sempre di piú di gare combattute bisogna aumentare i numeri e alzare il livello e forse bisognerebbe far si che tali decisioni venissero prese da persone competenti in materia.

In ogni caso questo è il parere di un atleta senior innamorato perdutamente di questo sport che ha scoperto la voglia di remare ancora a 27 anni grazie a due master D. Con i quali ho ancora il piacere di fare gare e con i quali ho fatto forse le gare piú emozionanti della mia vita. E con i quali continueró a remare ma nn piú a condividere l emozione di una gara insieme. E penso di non essere l unico a dover rinunciare a tutto questo.

Un saluto a tutti
Pasquale Chiella