La Community del Canottaggio Master e non solo
La lettera di Vittorio Liberti e le considerazioni dell’Editore

La lettera di Vittorio Liberti e le considerazioni dell’Editore

Carissimo Paolo,
a seguito della lettura delle tue perplessità sul campo di regata di San Miniato mi sono deciso a scrivere invece alcune mie considerazioni
sull’applicazione del Codice delle Regate e in particolare dell'”ex” all. E.
Perchè lo faccio? perchè, per deformazione professionale, credo che un “regolamento” deve essere studiato sulla base delle esigenze locali e reali e,
soprattutto, valutare se tale regolamento trova una REALE applicazione.
Dopodichè si può stilare, approvare e POI PRETENDERNE l’applicazione da parte di tutti.
Io sono stato a San Miniato, mi sono divertito, ho preso la mia sudata e desiderata medaglia e, dal mio punto di vista, tutto è andato bene, ma il
problema non è questo.
Spinto dalla curiosità mi sono riletto il “nuovo” allegato riservato ai master del Codice delle Regate.

I miei quesiti/perplessità sono i seguenti:

  1.  come si può inserire come regolamento Master un regolamento stilato (è esplicitamente scritto) per la WORLD ROWING MASTER REGATTA che è solo una delle tante MANIFESTAZIONI? A mio avviso quello è un regolamento di QUELLA manifestazione e non può divenire il VERBO, in qualità di regolamento, sulla base del quale stilare i bandi di ALTRE manifestazioni.
  2. Confrontiamo il bando dei Campionati italiani master e l'”ex” allegato E, in particolare per quanto riguarda i timonieri. Sul bando non si fa riferimento ai timonieri e, quindi, si rimanda al Codice delle regate “ex” allegato “, così come esplicitamente scritto. Ebbene, l’ex all. “E” prevede testualmente:

Nota esplicativa relativa ai timonieri: Si richiama da: Rule of Racing FISA 2013
Norma 27 – Timonieri

I timonieri sono membri dell’equipaggio. Un equipaggio femminile non può
quindi essere timonato da un uomo né può equipaggio per uomini essere timonato da
una donna se non in gare per Master o se, in circostanze particolari, il Comitato
Esecutivo non autorizzi diversamente.
Categorie di età si applicano anche ai timonieri, salvo eventi Master.

Nel Bando non è stato disposto DIVERSAMENTE, quindi come la mettiamo con le imbarcazioni maschili timonate da donne o viceversa?

Come la mettiamo con le Categorie di età?
e poi, COSA CAVOLO SIGNIFICA QUEL “SALVO EVENTI MASTER”?????? SIAMO GIA’ IN UN EVENTO MASTER…

Sono polemico? Sono rompis…….? So solo che tutte queste “incongruenze” generano MOLTA confusione sia in chi i codici li deve applicare e sia in chi li
“dovrebbe” far applicare.
Io propongo una revisione di questo famigerato “ex all. E” e, sinceramente, non la vedo come una cosa particolarmente ardua.

Un saluto affettuoso a tutto il mondo Master e remiero.

Vittorio

Le considerazioni dell’editore:

Quanto sottolinea Vittorio Liberti è il frutto di una approssimazione tipicamente italiana.
Sembra che il bisogno di cambiamento sia fondamentale per dimostrare che si faccia qualcosa ed allora
pur di cambiare ,modificare si incappa spesso e volentieri in errori anche banali che comunque creano
piccole o grandi difficoltà.
Ben dieci mesi fa il Consiglio Federale dichiarava che l’allegato E del codice delle regate era stato
abrogato, orbene in questi dieci mesi il fantomatico schema strutturale organizzativo che avrebbe
dovuto sostituire l’allegato E non è ancora venuto alla luce.
E cosa si è fatto allora?
Niente o meglio, al di là della situazione quasi ridicola, si è fatto riferimento sempre all’ex
allegato E apportando piccole modifiche applicate senza una regolare approvazione il cui risultato è
stato solo creare scontenti.
Quando si modifica qualcosa sarebbe opportuno che chi se ne occupa lo facesse con un minimo di
attenzione supponendo che comunque sia competente nel merito.
Un esempio per tutti:
Il campionato Italiano Master prevedeva nel suo regolamento un termine delle iscrizioni di 12 giorni
per consentire a coloro che non avrebbero potuto gareggiare a seguito del numero minimo di quattro
equipaggi anche dopo gli eventuali accorpamenti, di scegliere una tipo diverso di barca o nella
peggiore delle ipotesi rinunciare.
Il termine è stato portato a quattro giorni prima, con quali conseguenze?
A San Miniato sono state fatte fare cinque gare con meno di quattro equipaggi in contrasto con il
regolamento (ancora vigente); di queste cinque gare, quattro hanno visto due soli concorrenti.
Il tentativo di tornare al medaglificio sembra così prendere nuovamente corpo, ci sono state
quattro medaglie d’argento che hanno premiato quattro barche che non sono arrivate seconde
ma unicamente ultime. Lo sforzo dei master che sembrava poter dare un segnale alla Federazione
per modificare la norma che prevede l’assegnazione di un titolo assoluto anche se c’è un sol
equipaggio in acqua, sembra essere destinato a essere vano.
Personalmente farò sempre il possibile, anche sulle pagine di questo giornale on line,
affinché il “giocattolo” con il quale si divertono i master porti la dicitura
“destinato all’uso di persone con età superiore a 27 anni con l’assistenza di persone competenti”

Paolo Caracciolo di Brienza