La Community del Canottaggio Master e non solo

L’ ipotesi per il 2013 di Claudio Cecconi

Buon giorno,
Atteso che mi assumo parte della responsabilità per essere stato “ignorante” in materia in quanto avrei dovuto chiedere ufficialmente alla FIC le novità per il 2012 (sperando che possiate ripensare ad una deroga solo ed esclusivamente per le gare di fondo con le limitazioni spiegate nelle precedenti email) vorrei anticipare, anche se i problemi per la Federazione nell’anno olimpico sono ben altri, le mie idee per il 2013 (duemilatredici manca un anno!!) che tengono e riassumono le esigenze di tutti (Federazione, Paolo – deus ex machina del movimento – ed il gruppo di atleti senior/master) cercando di eliminare quei punti di criticità fatti rilevare da Sergio.
Ripeto non è una questione di numeri che bene o male resteranno gli stessi, ma di principio (il mal di pancia è palpabile anche in coloro che opteranno per i master).
In sostanza e semplicemente per il 2013 si potrebbe fare i seguenti tesseramenti:

1) SENIOR: come attuale
2) MASTER: – compimento 27 anni;
– due anni assenza maglia azzurra;
– può iscriversi solo ed esclusivamente alle gare nazionali riservate ai Master (i meeting di 1000 mt. per intenderci) compresa la Coppa Italia di Fondo (dove ottiene il punteggio) e Campionato Italiano di categoria;
– assenza di deroghe in maniera da escludere totalmente l’attuale paradossale possibilità di gareggiare nei Senior alle gare regionali così da bloccare la nascita di odiose barche composte da 50/60enni fatte solo per ottenere i punti della Coppa Montù: chi sceglie questa categoria è Master e basta per la gioia di Paolo e Sergio.
3) SENIOR/MASTER: può gareggiare nei Senior e nei Master con queste ulteriori limitazioni:
– non può iscriversi alle gare nazionali dei Master di cui al punto 2) eccetto quelle di Coppa Italia di Fondo nelle quali gareggia senza ottenerne punteggio (compresi eventuali misti composti da categorie 2) e 3));
– quattro anni di assenza dalla maglia azzurra (invece che due) e due anni senza aver partecipato ai raduni neanche a spese proprie;
– può partecipare ai Campionati Italiani Master se nell’anno precedente non ha vinto gli Assoluti.

Mi sembra, salvo rilievi, di aver riassunto le esigenze delle tre parti in causa.
La mia speranza oltre a quella di vedere nascere la nazionale master, è quella di inglobare in futuro campioni, che difenderanno la maglia azzurra alle prossime Olimpiadi, gareggiare tra qualche anno nei master e nello stesso tempo difendere e facendo crescere i giovani con i colori di quelle Società dove sono nati (Carboncini nel Limite, Bertini nel Pontedera etc. etc.).
Sai Paolo che pubblicità sarebbe poter dire che ai nostri Campionati Italiani oltre al nutrito numero di master si mettono in gioco i vari Galtarossa, Raineri…
Forse non verranno mai però……
Detto questo e visto che la mia Società VVFF BILLI di Pisa (anche se sono livornese DOC) è tra quelle organizzatrici della prossima gara di fondo, colgo nuovamente l’occasione per chiedere un incontro preliminarmente con un numero ristretto di persone per cercare di sciogliere i nodi .
Claudio.