La Community del Canottaggio Master e non solo

Una precisazione del Consigliere Morana

Caro Paolo, intervengo di nuovo, e a dire il vero un po’ controvoglia, perché devo continuamente verificare come nel mondo Master circolino continuamente notizie fantasiose e totalmente infondate. In questo caso mi riferisco ad una pretesa modifica che sarebbe stata apportata non si sa bene da chi, al criterio di classificazione per età dei Master. Nell lettera dell’amico Capuano, se ne fa menzione ripetutamente.
Chiarisco che tale notizia è totalmente destituita di ogni fondamento. Nessuna modifica è stata apportata, negli ultimi 5 anni, alla disciplina della classificazione delle età.
Per dartene la prova: ti trascrivo la stesura dell’art. 2 dell’Allegato E che stabilisce il criterio di passaggio da una categoria all’altra:
Codice delle Regate (2007), approvato dal CONI con delibera n. 235 del 25 Giugno 2007
Art.2-
Un Master appartiene alla classe d’età nel momento in cui, durante l’anno che è in corso, compie l’età. Le categorie d’età sono le seguenti:
A – età da 27 a 35 anni
B – età da 36 a 42 anni
C – età da 43 a 49 anni
D – età da 50 a 54 anni
E – età da 55 a 59 anni
F – età da 60 a 64 anni
G – età da 65 a 69 anni
H – età da 70 anni in avanti

L’età dovrà essere comprovata da un documento di identità.

Codice delle Regate (ver. 2012), approvazione del CONI in corso (versione attualmente in vigore)
Art. 2.
Un Master appartiene alla classe d’età dal momento del compimento dell’età prevista. Le categorie d’età sono le seguenti:
A – da 27 a 35 anni
B – da 36 a 42 anni
C – da 43 a 49 anni
D – da 50 a 54 anni
E – da 55 a 59 anni
F – da 60 a 64 anni
G – da 65 a 69 anni
H – da 70 a 74 anni
I da 75 anni in poi.
L’età dovrà essere comprovata da un documento di identità
Come vedi, la norma è invariata, eccezion fatta per l’inserimento della categoria I, che nel 2007 non esisteva. Quindi qualunque osservazione circa pretesi cambiamenti è pura fantasia, e la segreteria gare ha agito sempre correttamente e di conseguenza. Probabilmente nessuno si era mai trovato nel frangente riportato da Capuano, o semplicemente nessuno se n’era mai accorto.
Niente vieta, peraltro di ridiscutere questa norma, ed allinearla all’uso FISA, ma per favore, non inventiamoci cose che non sono mai accadute.
Grazie e scusa se ho invaso ancora una volta uno spazio riservato all’attività Master.
Sergio Morana