La Community del Canottaggio Master e non solo

Regionale al Lago Patria targata Posillipo

Prima regata regionale di canottaggio al Lago Patria e subito grande spettacolo, complice l’Aniene che onora questo appuntamento inviando i suoi gioielli migliori. Ma la giornata è decisamente sotto il segno del Posillipo, che fa letteralmente man bassa nelle categorie superiori e piazza alcuni colpi importanti anche nelle gare giovanili, dove comunque, come ormai d’abitudine, domina l’Ilva Bagnoli.
Ma passiamo alla gara più attesa della giornata, che supera ogni aspettativa lasciando tutti col fiato sospeso e con un finale rocambolesco: la gara del due senza Senior. Alla partenza, come in un duello da film western, tre armi del Posillipo, tra cui i pluri-iridati pesi leggeri Caianiello e Dell’Aquila, Tramontano-Valerio e Gabriele-Motta, contro tre armi dell’Aniene: i due Palmisano, napoletani , rispettivamente con Porzio e Dentale; Peppe De Vita, ex posillipino, con Frattini; a chiudere, l’armo della Canottieri Napoli di Castaldo e Correale. Fino a più di metà gara, i sette equipaggi restano incredibilmente allineati, poi Palmisano-Porzio e De Vita-Frattini allungano, staccando di mezza barca Caianiello-Dell’Aquila che, non dimentichiamolo, sono pesi leggeri. A meno di cento metri dal traguardo, il colpo di scena: quando ormai i due equipaggi dell’Aniene sembrano avviati alle prime due posizioni, la loro lotta serrata spalla a spalla per la vittoria li fa collidere, ed i remi si agganciano; i due equipaggi sono costretti a fermarsi e la gara per loro è finita. Passano immediatamente Caianiello-Dell’Aquila che vanno a vincere senza problemi, seguiti da Mario Palmisano e Dario Dentale; terzi, Castaldo-Correale della Canottieri.
In questa giornata decisamente fortunata per il Posillipo, tra gli innumerevoli podi segnaliamo le vittorie nel quattro con Senior e Ragazzi, nel due senza Ragazzi e under-23 e, nelle categorie giovanili, un’ottima affermazione del quattro di coppia Allievi C davanti all’Italia.
Nelle categorie giovanili è comunque l’Ilva a fare il pieno di podi. Aprea-Esposito-Peluso-Scalzo sono nettamente primi negli Allievi B2, sul podio insieme ai compagni De Simone-Macciocchi-Ricci-Scalzone, terzi; Basile-Cuollo-De Natale-Luongo vincono con grande distacco la gara del quattro di coppia cadetti, Rizzo e Soricelli occupano i due primi gradini del podio nella gara femminile del singolo cadetti 7,20. Gli altri podi dell’Ilva: nell’otto cadetti con Aubry-De Falco-Di Sauro-Lamberti-Mele-Spalice-Palumbo-Poli-Basile (terzi), nel singolo allievi B1 e B2 femminile con Vittoria Iannuzzi (seconda) e Viviana Pisacane (terza), nel singolo allievi B con Sannino (terzo), nel doppio Allievi B con Donadio-Sannino (terzi), nel quattro di coppia Allievi C con D’Errico-Greco-Lamagna-Vitagliano (terzi), nel singolo Allievi C femminile con Cerrone (seconda) e Febbraio (terza), nel doppio Allievi C con Basile-Sibillo (terzi).
Meno fortunata l’Ilva nella categoria Ragazzi: centra due podi, ma manca di poco il successo; il quattro con di Cianci-Laurentino-Loporchio-Cerrone-Cuollo è secondo dietro il Posillipo, l’otto di Cerrone-Cianci-Laurentino-Loporchio-De Falco M.-De Pasquale-Esposito-Suma-De Falco V. è terzo, superato d’un soffio dal Posillipo nel serrate finale in una gara vinta dallo Stabia.
Tra le altre gare, da segnalare la spettacolare affermazione di Calamaro della Canottieri Napoli nel singolo Ragazzi e la vittoria di Sansone nel singolo Senior.
Giuseppe De Natale