La Community del Canottaggio Master Italiano
Vittorio Liberti ci scrive……

Vittorio Liberti ci scrive……

Gentilissimi amici di Amoremare,
dopo una lunga assenza nel canottaggio “scritto” mi sento quasi in obbligo di esprimere alcune perplessità
che spero ardentemente qualcuno voglia chiarire e sono riguardanti la “chiarezza” dei Bandi di regata e dei
regolamenti.
Faccio riferimento al Meeting nazionale giovanile e Master al quale ho partecipato.
Premetto che esprimo in queste righe un pensiero esclusivamente personale e non sono portavoce di
alcuna società o gruppo.
Tralasciando i commenti su quanto accaduto sabato in merito all’annullamento delle regate del meeting
giovanile (credo che il 99,9% dei partecipanti avrebbe qualche dubbio da esprimere su tale annullamento),
mi concentrerò esclusivamente sulla regata dell’8+ Master “trofeo Spozio”.
Qualche perplessità mi è sorta nel momento in cui, guardando il programma delle regate, non ho visto
applicato alcun handicap agli equipaggi di categoria differente e accorpati nella stessa serie.
Ho iniziato a chiedere informazioni e anche altri amici master erano perplessi in merito finchè qualcuno ha
“ipotizzato” che fosse perché si trattava del trofeo “Spozio”.
Allora mi collego al sito federale per rileggere il bando e il regolamento di regata ma di informazioni sul
trofeo “Spozio” non ne trovo (qualche accenno lo si trova solo ricercando negli anni passati), provo a
guardare nel Codice di Regata e relativo allegato riguardante i trofei speciali, ma anche lì
niente…regolamento Master niente, comunicati della Federazione niente…
Probabilmente non sono stato abbastanza abile nella ricerca delle regole che definiscono come veniva
assegnato il trofeo e, quindi, chiedo se qualcuno mi può aiutare in questo.
Mi sarei aspettato di vedere questo regolamento allegato al Bando di Regata (dove peraltro e a mio avviso
doveva essere segnalata già in sede di stesura l’interruzione dovuta alle finali delle gare Adaptive!!),
regolamento che avrei potuto studiare per benino e decidere se iscrivermi oppure no in quella regata che
NON ha visto premiati neppure con medaglia (notizia riferita da chi la medaglia avrebbe dovuta riceverla
perché giunto tra i primi tre classificati) i secondi e i terzi classificati in nessuna delle due serie di gare.
La mia perplessità riguarda la poca chiarezza sul dare le informazioni a chi, invece, di informazioni ne
dovrebbe ricevere.
Nel bando c’è scritto che la gara dell’8+ trofeo “Spozio” è da considerarsi seconda gara…non la trovo una
informazione sufficientemente chiara e, inoltre, non capisco perché questa “anomalia” nell’ambito di un
meeting master.
Posso capire se nell’ambito del meeting viene assegnata una coppa o un trofeo all’equipaggio che fatto
segnare il miglior tempo nella gara dell’8+, ma ferme restando le regole previste dal bando e cioè medaglie
ai primi tre classificati di ogni serie, oppure veniva effettuata una regata a parte senza, inoltre, intaccare la
possibilità di partecipare a due regate così come invece è stato fatto.
Permettetemi inoltre un’ultima considerazione riguardante la norme sempre più restrittive relative
all’attività master.
Il nostro paese è affetto da un terribile morbo: la furberia.
Il nostro amato sport ne è stato anch’esso contaminato e la cura ha portato a far si che quella libertà che
dovrebbe esserci in un’attività master è venuta a mancare (sempre vi sia mai stata).
Purtroppo sono un sognatore e vorrei vedere nel nostro sport, che ho sempre considerato “puro”, un
mondo fatto di amicizia e solidarietà, dove se viene a mancare un uomo in un equipaggio o un timoniere o
se vi è un problema di qualsiasi genere, tale problema possa essere risolto senza dover vedere annullato in
un momento il sacrificio di aver fatto centinaia di km , speso soldi ecc per un errore di iscrizione o perché,
ancor peggio, c’è l’avversario che va a segnalare che questa o quella società sta facendo qualcosa che
potrebbe danneggiarlo.
Basterebbero poche e MOLTO chiare regole, applicabili senza dover ricorrere all’interpretazione di alcuno.
Vi ringrazio per la pazienza che avete avuto nel leggermi e vogliate scusarmi per lo “sfogo” di chi
quotidianamente vede un mondo fatto sempre più di interessi esclusivamente personali (e con questo sono
andato fuori tema).
Vittorio Liberti