La Community del Canottaggio Master e non solo
Uno strano e preoccupante silenzio.

Uno strano e preoccupante silenzio.

La  lettera aperta al Presidente pubblicata il 5 marzo  non ha avuto alcuna risposta , peccato !   Perché ?  Forse il Presidente non legge Amoremare ma il contenuto di questa lettera aperta riproponeva pedissequamente quanto già inviatogli via mail .

Sul Sito Federale  in merito al Consiglio del 15 marzo si legge “Il Consigliere Andrea Vitale ha informato che il lavoro sul nuovo Codice delle Regate, che si chiamerà Codice di Gara in aderenza a quello della FISA, è oramai nella fase finale di revisione e, dopo l’approvazione del CONI, entrerà in funzione con la stagione agonistica 2015. “ Si deve supporre che l’ampiamente discusso varo dello Schema Strutturale Organizzativo per le regate Master entrerà in funzione il prossimo anno.

E le regate del 2014 come vengono gestite ?

Forse ripetendo che si fa riferimento all’appendice 1 dell’ex allegato E ?

Invito i lettori a rileggere l’articolo “confusione o altro “pubblicato su questo sito il 9 agosto 2013

Il Consigliere Italiano non lo si sente più , ha ancora la delega in Consiglio per i Master ?

Devo ritenere che qualcosa sia successo anche perché nell’ultima intervista pubblicata sul sito Federale si leggeva “…… Ancora, sono stato sostenuto da quello che forse è il master più propositivo, Paolo Caracciolo, un apporto insostituibile grazie alla sua ampia visione del settore.”.  due mail inviategli sono rimaste senza risposta ed al telefono non risponde.

Il dubbio che sia  successo qualcosa potrebbe essersi tramutato in certezza se poi ci si ricorda dell’altro articolo pubblicato anch’esso su questo sito relativo alla risposta  data alla mail di Paolo Caprioli da Italiano che tra l’altro afferma  “Sul discorso tassa d’iscrizione condivido la perplessità. Diciamo che voi a Varese siete i best performer in termini di organizzazione, vuoi perché c’è un sistema ben integrato tra circoli, amministrazione pubblica e imprenditoria locale, vuoi perché siete bravi , posso però garantirti che i comitati organizzatori spesso vanno in affanno con i costi, non sempre compensati dagli introiti delle tasse d’iscrizione. La tendenza è di mettere le mani nelle tasche dei master, sto facendo dei ragionamenti per perequare questo fenomeno. La mia riflessione si basa prevalentemente su questi aspetti: giusto che i master paghino un tantino di più, di fatto contribuendo alle manifestazioni dei nostri giovani, giusto però che – in ambito giovanile e perché non master – un’iscrizione in barca singola sia più costosa di un’iscrizione in barca a 8. Di fatto i costi organizzativi non si differenziano tra regata di singoli e regata di 8 (*). Ad esempio tra i master una finale di singoli “costa” 14*8 = 112, mentre una di 8+: 14*9*8=1008, sto pensando di ridurre i costi per le barche da 4 vogatori in su e aumentare da 3 (2+) in giù. Datemi un parere, poi vi sottoporrò lo studio anche sulla base delle presenze in alcune manifestazioni 2013. “

Non se ne è  saputo più niente!

E’ il caso di porsi qualche domanda ?

Paolo Caracciolo di Brienza