La Community del Canottaggio Master e non solo
Un passo avanti…..ed uno indietro

Un passo avanti…..ed uno indietro

Per fortuna i passi indietro si limitano ad uno , se fossero stati due qualcuno avrebbe potuto pensare che andavo a scomodare Lenin !!

Parliamo prima del passo indietro che potrebbe anche far sorridere se non avesse implicazioni di carattere sostanziale: Mondello campionato Italiano di Coastal Rowing vengono fatte disputare due FINALI per gli over 54.

Sembra una barzelletta assegnare due titoli italiani contemporaneamente! Ma è possibile che nessuno ha fatto un piccolo sforzo nel porre la necessaria attenzione per evitare una …….ata?

Mi si potrebbe obbiettare che le barche non erano sufficienti , bene si potevano fare due batterie su un percorso più breve.

Comunque questo è un insegnamento sul discorso della disponibilità delle barche; nel caso della barca olimpica e nella barca regolamentare se non si altera la sequenza delle gare ( cosa già studiata e che ha dato buoni risultati) , basta richiedere alle singole società una dichiarazione di avere disponibilità della barca sulla quale si corre. Si eviterebbero così le continue richieste di modifica della sequenza per poter disporre in due  o in tre della stessa barca.

Per quanto riguarda il Coastal  nel bando del campionato Italiano, per escludere le batterie che creano notevoli problemi sopratutto di tempo, se il comitato organizzatore dispone di un certo numero di barche , esaurite le iscrizioni per quel tipo di barca , chi vuole partecipare deve organizzarsi autonomamente. Se il comitato organizzatore non dispone di barche ,diventa necessaria la condizione per partecipare il dichiarare che si è autosufficienti.

Chiuso il discorso sul passo indietro , parliamo e con piacere del passo in avanti.

Cominciamo a dire grazie al Consigliere Giuntini che quando si fa carico di affrontare un problema dei master non lo abbandona prima di varcare la soglia dove si svolge il Consiglio !!

Questa volta il Consiglio ha recepito la problematica della gara di Ravenna che essendo stata svolta con “categoria unica”  non poteva portare punti per la Coppa Master per le Società , e così è stato deciso di stornare questa manifestazione .

Secondo punto ,e forse più importante, la decisione della obbligatorietà dei cronometristi laddove c’è la necessità di valutare i tempi e quindi se sono previste  gare master che si devono svolgere con l’applicazione degli handicap , i cronometristi devono essere presenti.

Nel ringraziare ancora il Consigliere Giuntini , personalmente gli chiedo in un orecchio: come sbrogliamo la vicenda Mondello per la coppa Master ?

Paolo Caracciolo di Brienza