La Community del Canottaggio Master e non solo
Un motivo per gareggiare tra i master ?

Un motivo per gareggiare tra i master ?

Si sono conclusi i campionati italiani a Ravenna e andando a soffermarsi sui tempi delle finali si riscontra un particolare che forse sfugge ai più.

Nelle tredici finali senior, 6 finali hanno fatto riscontrare un differenza di tempo tra il primo ed il secondo superiore ai 10 secondi , 5 finali hanno fatto riscontrare un differenza di tempo tra il primo ed il secondo superiore ai 5 secondi.

Nelle dieci finali pesi leggeri, 3 finali hanno fatto riscontrare un differenza di tempo tra il primo ed il secondo superiore ai 10 secondi , 2 finali hanno fatto riscontrare un differenza di tempo tra il primo ed il secondo superiore ai 5 secondi.

Sono differenze di tempi che dimostrano che  la superiorità dei vincitori è stata pressoché sempre nettissima.

Ovviamente si deve supporre che gli stessi vincitori trovandosi con tali vantaggi non abbiano neppure dato il massimo perché sarebbe stato inutile.

Il trovarsi in una gara dove non c’è storia per il primo posto e si combatte forse per poter arrivare secondo e non terzi , avvilisce la gara stessa e quindi è probabile che riduca anche gli stimoli per prepararsi  ad una competizione  che ti vede con certezza battuto in partenza.

La conclusione di queste considerazioni giustificherebbe la decisione una volta compiuti i fatidici 27 anni di passare a gareggiare nei master dove le finali sono state sempre combattutissime ed il gradino più alto del podio non è precluso in partenza.

Paolo Caracciolo di Brienza