La Community del Canottaggio Master e non solo
Il peso dei master

Il peso dei master

Con il festival dei giovani si può considerare chiusa la stagione agonistica del 2014 anche se a settembre ci sono ancora due appuntamenti importanti quali il Campionato Italiano di coastal rowing ed il Campionato del mare.

Credo che sia possibile analizzare un pò di numeri relativi alle partecipazioni dei campionati italiani per le diverse categorie per poi fare le relative valutazioni.

Campionato italiano PL Junior e Senior :  atleti fisici 823

Campionato italiano Ragazzi e Under 23 : atleti fisici 902

Campionato italiano Master:                           atleti fisici 419

Festival dei giovani ( Allievi e cadetti):      atleti fisici  1559

Considerando che il festival dei giovani lo si può equiparare ad un campionato italiano per gli allievi e cadetti , si può con buona approssimazione ritenere che la somma di tutti gli atleti fisici partecipanti ai campionati rappresenti la ” parte agonistica ” della FIC. Bisogna ricordare che per quanto concerne i master un centinaio di loro partecipa solo al Coastal Rowing e che gli Atleti Azzurri non sono tutti presenti agli assoluti.

Detto ciò , se ci si limita ai numeri di cui sopra vediamo che gli Allievi e Cadetti rappresentano il 42,1% del totale i Ragazzi e gli Under 23 ,il 24,4 % i PL con gli Junior e Senior , il 22,2% ed infine i Master 11,3 %.

La percentuale dei Master è quindi non trascurabile da un punto di vista numerico ma se rapportiamo questi numeri a quanto “rende” per gli organizzatori dei vari campionati ci accorgiamo che il gettito che proviene dalla “cassa” dei master differisce da quello del festival dei giovani per poche decine di euro e questo grazie ad una tassa di iscrizione, rimasta senza alcuna spiegazione da quando è stata imposta, cinque volte superiore a quella della categoria più giovane e 2,5 volte a quella delle altre categorie.

La conclusione che si può trarre da queste valutazioni spiega il perchè i Master forese hanno ragione di vedere svolgere il loro campionato in un campo di gara ottimale e con una organizzazione non inferiore agli altri campionati.

Paolo Caracciolo di Brienza