La Community del Canottaggio Master e non solo
Il nuovo stand mobile della DI.BI.

Il nuovo stand mobile della DI.BI.

Poter riportare  fatti positivi è sempre una bella cosa, ed allora con piacere pubblico l’articolo di Luca Broggini per l’inaugurazione del nuovo stand mobile della DI.BI.

È stata presentata ieri sera presso la storica sede di Besozzo la nuova era DiBi che dopo oltre quarant’anni intraprende un nuovo percorso carico di preziose novità. L’azienda, nata da un’idea di Rosangela e Leonardo Binda, è da sempre leader nella produzione e realizzazione di abbigliamento tecnico per il canottaggio. Con l’ingresso di Joas, pilastro della seconda generazione, hanno iniziato a proporre anche importanti accessori. Su tutti l’ideazione e realizzazione delle scarpe Against che hanno subito conquistato il mercato internazionale. Nello storico logo ora brillano una nuova sigla, “MGM”, Matteo, Gea e Martino, i tre figli di Alice e Joas che ufficialmente prendono le redini dell’azienda di famiglia. Ed è proprio qui che debutta una ulteriore novità: sui campi di regata arriverà sempre un vero e proprio carrello attrezzato a negozio con tanto di ufficio per accogliere i clienti. Un’innovazione che guarda anche all’immagine, al passo con la tecnologia, e che mira a rinforzare e ripagare il legame con i tanti clienti sparsi per tutta l’Europa. A tagliare il nastro, insieme alla famiglia, anche il Vice Presidente della Federazione Italiana Canottaggio Luciano Magistri  e il Presidente della Federazione Italiana Canottaggio Sedile Fisso Marco Mugnani.

carrello dibi, taglio nastro

Commenta a caldo Joas Binda: “Per noi è un nuovo inizio, possibile grazie a tutte le persone che ci sono state affianco in questi primi quarant’anni. Raccogliamo una sfida, siamo pronti  a proseguire e vogliamo continuare a far crescere la nostra realtà. Nel 2018 parteciperemo a 38 eventi, tutti saranno i benvenuti al nostro nuovo stand. Sempre pronti ad offrire un caffè e a presentare le tante novità”.

Colgo l’occasione per porgere allla famiglia Binda i miei più affettuosi auguri di raccogliere sempre più successi nella loro attività

Paolo Caracciolo di Brienza