La Community del Canottaggio Master e non solo
Campionati indoor rowing , alcune considerazioni

Campionati indoor rowing , alcune considerazioni

La partecipazione ai Campionati indoor rowing mi spinge a fare alcune considerazioni.

La prima e la più generale è la seguente.

Il Canottaggio è l’unico sport che se viene svolto indoor cambia attrezzo. L’osservazione banale che può esser fatta è che non si può creare un campo di regata al coperto ed allora ?  Anche per la canoa siamo nella stessa situazione ma non esiste un campionato indoor di canoa.

Perchè assegnare titoli italiani per l’uso di un attrezzo se pur importante e forse propedeutico al canottaggio ?

E’ un attrezzo che pare non essere neppur ritenuto di assoluta importanza tanto è vero che sembra, da indiscrezioni raccolte, che qualche atleta non sia stato convocato ai raduni della Nazionale pur avendo fatto riscontrare migliori risultati ai test sul remoergometro di altri convocati.

Entro nello specifico della manifestazione di Pozzuoli con le seguenti osservazioni.

  1. )  Scarso numero di partecipanti , pochissimi master ( 24 donne e 49 uomini ),  pressoché inesistente la presenza dei senior ( 3 donne e 6 uomini ), dovuto a mancanza di interesse per i master ? coincidenza con convocazioni ai raduni per i senior ) Mancato rimborso spese alle società ?
  2. ) Si continua nell’assegnare titoli con la presenza di un sol concorrente ben 4 gare master
  3. ) Periodo di svolgimento che non coincide con il tipo di preparazione degli atleti , tutti fanno fondo ed il remoergometro rassomiglia ad una gara sui 2000 mt o sui 1000 mt

Con le premesse di cui sopra se proprio si vuol continuare a tenere in vita una manifestazione di questo tipo , bisognerebbe inventare formule diverse per esempio fissare tempi da battere ed eventuali premi per chi riesce ad ottenere tempi più bassi, assegnare la sola  medaglia d’oro se si è in meno di quattro iscritti , cambiare data di svolgimento della gara, incentivare le società a partecipare con rimborsi proporzionali alla distanza dalla sede al campo di gara ed al numero degli atleti iscritti ed ai risultati attenuti.

si vedrà se in futuro cambierà qualcosa !

Paolo Caracciolo di Brienza