La Community del Canottaggio Master e non solo
anche il canottaggio piange Livio Cosenza……

anche il canottaggio piange Livio Cosenza……

Chi era Livio Cosenza?

un grandissimo imprenditore del sud e precisamente della area Flegrea e per lo sviluppo di questa terra aveva dedicato tantissima energia .

Ci ha lasciati improvvisamente due giorni fa.

Avevo per  il professor Cosenza una grande stima ed ero a lui legato da un rapporto consolidato di lavoro e di rispetto . Mi piace ricordare la sua semplicità e la sua disponibilità a dedicare un  pò del suo tempo anche ai problemi che non fossero strettamente legati al lavoro e senza mai far pesare l’assoluta semplicità nel rapporto umano.

Perchè ricordo Livio Cosenza su un giornale dedicato al canottaggio ?

Perchè ritengo che anche il canottaggio gli deve tanto.

Sono passati otto anni , era il 2007 ed io con la mia azienda cercavo di poter dare stimoli positivi ai giovanissimi canottieri dell’ Ilva Bagnoli, e convinto che lo studio non potesse essere disgiunto dall’attività sportiva, avevo “inventato” piccolissime borse di studio legate ai risultati nello sport e nello studio. Contemporaneamente continuavo a cercare chi potesse essere d’aiuto e sostegno all’attività remiera del Circolo Ilva che rappresentava un’importante realtà dell’area flegrea non solo dal punto di vista sportivo ma anche socio culturale.

Tra le tante persone alle quali raccontavo gli sforzi , spesso vani, di trovare un supporto , mi rivolsi anche a Livio Cosenza . Gli raccontai di quanto fosse difficile portare avanti questa disciplina sportiva sopratutto perchè le barche  richiedevano uno sforzo economico tutt’altro che trascurabile.

Livio mi ascoltava con attenzione e quando seppe che il Circolo Ilva sognava di dotare il parco barche di quattro di coppia per l’attività agonistica giovanile , mi disse solo ” vediamo cosa si può fare “.

Ad essere sincero pensai che era una frase sufficientemente gentile ma che non dava grosse speranze. Alcuni giorni dopo in un incontro di lavoro con il Direttore Generale della Copin Spa , azienda il cui presidente era Cosenza, mi fu detto che il Consiglio di Amministrazione aveva deciso che la Copin Spa facesse diventare realtà quanto il Circolo ILVA aveva sognato.

Il quattro di coppia Filippi fu puntualmente consegnato all ILVA ,  la domenica di dicembre in cui si svolgeva la coppa Nisida era anche l’occasione per una bella festa del canottaggio con la presenza di molte autorità , c’era un assente : il Prof. Cosenza.

Mi parve strano , lo chiamai al telefono e gli chiesi il perchè della sua assenza , mi disse che purtroppo aveva altri impegni ( non era vero ) e che la cosa importante non era esser presente ma che la barca fosse stata consegnata.

Ancora oggi i ragazzi dell’ILVA remano su quel quattro di coppia Filippi , sicuramente non sanno la storia di quella barca, una storia che non ha molte altre storie simili nel mondo canottaggio, e che,  raccontata senza alcuna forma di pubblicità è stata resa ancora più bella.

Livio grazie ancora !

Paolo Caracciolo di Brienza