La Community del Canottaggio Master e non solo

La Canottieri Sebino spegne 100 candeline

A ottobre la Canottieri Sebino compirà 100 anni, di vita, di passione e promozione dello sport remiero sul lago d’Iseo. Formalmente il centenario ricorrerà ad ottobre, ma vecchie cronache ci ricordano che “il 27 settembre 1908 la nuova società veniva presentata in occasione di una regata a Lovere.”

La presentazione avvenne nel Palazzo Tadini – Oldofredi, tempio dell’arte a Lovere ed il sindaco Martinoli esaltò l’iniziativa. Primo presidente fu il conte Camillo Martignoni e su progetto del socio fondatore ing. Rillosi sorse in darsena un adeguato impianto per le esigenze del nuovo sodalizio.

Il primo importante risultato fu conseguito nel 1909 con il successo nella Milano-Abbiategrasso della “Jole a 4” de fratelli Maroni, con Manara e Petenzi. Un importante traguardo fu nel 1926 la vittoria nel campionato italiano in “jole a 2” per merito di Ghidini e Mazzucchi. Altro importante traguardo nel dopoguerra l’argento agli Europei di Lucerna del 1947 con Polloni, Gotti, Macario, Cerutti, tim. Cambieri, che nel 1951 a Macon divenne uno splendido oro per merito di Polloni, Gotti, Ghidini, Cristinelli, tim. Cambieri.

Più avanti sarà una ragazza a portare ai vertici il nome della Sebino: Francesca Bentivoglio, prima donna italiana a salire su un podio mondiale, con il terzo posto ai mondiali pesi leggeri nel singolo a Copenaghen, nel 1987. E poi via via importanti traguardi nei diversi appuntamenti nazionali.

Ma la Canottieri ha tra i suoi obiettivi fondamentali anche la promozione dello sport del canottaggio non solo a livello agonistico ma anche a livello amatoriale; proprio per questo motivo ha da tempo aperto le proprie strutture a tutti coloro che vogliono cimentarsi in questa disciplina, offrendo la possibilità di frequentare corsi  tenuti da istruttori competenti e qualificati.

La Sebino non limita la propria attività al solo campo agonistico o di preparazione specifica, ma organizza anche importanti manifestazioni, tra cui ogni anno la regata di  Endine, competizione interregionale inserita nel calendario agonistico della Federazione Italiana Canottaggio con la partecipazione di circa 950 atleti  provenienti da tutte le regioni del Nord Italia.

Per celebrare degnamente il centenario la Sebino organizzerà manifestazioni di vario genere, atte a richiamare la completa attenzione dei cittadini, degli sportivi, aprendosi ad una più approfondica conoscenza da parte del pubblico, ed il via sarà dato dalla partecipazione con l’otto “The Head of the River Race” a Londra del 15 marzo.

L’equipaggio per Londra è composto da Massimo Sangrigoli, Giuseppe Cerea, Matteo Macario, Paolo Ghidini, Giuseppe Lollio, Lorenzo Manella, Daniele Sbardolini, Aristide Bonomelli, riserva Matteo Pedretti. Al timone una gentile atleta, Elena Serioli. Allenatore e capocomitiva Maurizio Gallizioli. E’ una regata di grande caratura internazionale e la cui prima edizione risale al 1926.

Nel corso dell’anno saranno sviluppate molte iniziative, che culmineranno con la pubblicazione del libro dedicato al centenario sociale, ma la manifestazione più prestigiosa sarà senz’altro il V° Meeting delle Società centenarie (26 ottobre) cui partecipano in gran numero le società remiere centenarie.

Ferruccio Calegari

Ufficio Stampa FIC Lombardia