La Community del Canottaggio Master e non solo

E’ SOLO UN PROBLEMA DI PAR CONDICIO ……..

Voto anch’io ? no tu no ! perchè no ! o meglio perchè hai solo master tesserati.
il parafrasare la famosissima canzone di Iannacci , mi permette di fare alcune considerazioni:
1) I Master sono o meglio dovrebbero essere atleti come tutti gli altri tesserati FIC , d’altra parte il più volte invocato regolamento FISA non fa alcun distinguo per i master;ed all’atto pratico la FIC avalla nei fatti questa assenza di distinguo consentendo agli over 27 di partecipare sia alle gare senior che alle gare master
2) I Master pagano una tassa di iscrizione alle gare ben più elevata degli altri tesserati , norma accettata ( non certo di buon grado) anche se priva di alcuna spiegazione logica quando gli over 27 sono presenti in manifestazioni con atleti di altre categorie. I Costi di gara che si sopportano per le gare sui mille metri sono uguali per tutti tranne che per il circolo organizzatore che risparmia sui carburanti per le imbarcazioni di assistenza.
3) non esiste alcuna norma che non consente ad un sodalizio affiliato di aver solo master tra i suoi tesserati
4) da tre anni oramai si svolgono campionati italiani per la categoria master

E’ quindi opportuno riportare uno stralcio dell’art 9 Capo I dello Statuto Federale:
Gli affiliati hanno diritto di :
a) xxxxxx
b) xxxxxx
c) esercitare il diritto di voto a condizione che :
3° punto : nella stagione agonistica dell’anno precedente l’Assemblea abbiano svolto, con carattere continuativo, effettiva attività agonistica intendendosi per tale la partecipazione a qualsiasi gara e/o campionato valido per le classifiche nazionale ed iscritto nei calendari ufficiali Nazionali e Regionali della Federazione ed abbiano RIPORTATO UN PUNTEGGIO DI ALMENO 20 PUNTI ATTRIBUITI sulla base delle tabelle allegate al presente Statuto ( all. A) e secondo le modalità previste ed indicate in calce alle stesse.

Orbene le gare master non danno punteggio !!!!!

Perchè ? non si sa .

Forse è arrivato il momento di modificare una norma per ristabilire una condizione di par condicio .

Personalmente sono sicuro che il Presidente della FIC non vorrà trascurare questo argomento portandolo all’attenzione del Consiglio già dalla prossima seduta che si terrà a Sabaudia in occasione dei campionati assoluti.

Paolo Caracciolo di Brienza