La Community del Canottaggio Master e non solo

Crollo del medaglificio…………solo parziale

Prendo spunto dalla lettera di Luca Dell’Elice e ricordo che, dopo i campionati di Duino , pubblicai un articolo che lamentava quanto evidenzia Luca.
E’ passato un anno e la questione si ripropone.
Credo che bisogna fare un punto sul problema del valore e del significato di competizione, l’argomento è stato trattato ampiamente su queste pagine ma forse insistendo qualcosa può cambiare.
Sicuramente il Presidente Gandola ha in questi giorni ben altro per la testa che preoccuparsi del problema se in una gara di canottaggio si è in due o in tre o peggio da soli.
Ciononostante mi farebbe piacere se trovasse i famosi cinque minuti per dirci come la pensa su questo argomento.
Il suo parere sarebbe avvalorato dal fatto che è stato uno sportivo di alto livello e quindi le sue medaglie se le è ampiamente “sudate”.
La domanda che gli rivolgo e la seguente :
” che significato ha per Lei vincere se non ha avversari e se Le venisse consegnata una medaglia d’oro o un titolo di campione di Italia stando sul podio da solo, come lo valuterebbe ? “
Spero proprio che possa rispondere direttamente, è un argomento sollevato dal mondo master ma non riguarda solo i master.
Paolo Caracciolo di Brienza