La Community del Canottaggio Master e non solo

Brandeburgo, ci siamo

Prenderà il via giovedì mattina a Brandeburgo il Campionato del mondo under 23, una manifestazione che sta evolvendosi stagione dopo stagione, in quanto a numeri ed a qualità degli equipaggi in gara. Cifre di tutto rispetto, con un numero di nazioni sempre più presenti un po’ da tutto il mondo. Un trampolino di lancio per la nazionale maggiore, un banco di prova fondamentale per il grande salto nel gotha del remo mondiale.

Da una verifica in merito agli atleti iscritti nelle varie specialità, ben 123 erano già finalisti nel 2007 nelle stesse discipline nelle quali sono iscritti quest’anno, e di questi sono ben 77 i medagliati, a conferma del fatto, che il mondiale under 23 è una manifestazione dall’altissimo contenuto tecnico agonistico.

In ben 4 gare, si ripresentano i campioni iridati 2007 nella stessa formazione: il singolo maschile della Nuova Zelanda (Sullivan), il 2 senza maschile della Grecia (Tsilis/Tziallas), quello pl dell’Italia (Caianiello/Dell’Aquila), ed il doppio femminile della Repubblica Ceca (Antosova/Varekova).

In 6 discipline, è presente almeno 1 atleta degli equipaggi oro, argento e bronzo lo scorso anno a Strathclyde: il 2 senza maschile Grecia (2) – Italia (1) – Gran Bretagna (1); l’otto maschile. Estonia (6) – Germania (5) – Australia (5); otto femminile: Bielorussia (6) – Germania (5) – Usa (2); 4 senza femminile: Italia (1) – Australia (1) – Gran Bretagna (3); 4 di coppia senior: Germania (1) – Francia (3) – Australia (1), il 4 di coppia pesi leggeri: Italia (1) – Francia (3) – Danimarca (1), a dimostrazione che sul Beetzsee sarà molto dura salire sul podio.

Una curiosità: nel singolo pl maschile non compare nelle iscrizioni nessun finalista 2007, come nel singolo pl femminile nessuna medagliata dello scorso anno.

Ufficio Stampa Fic