La Community del Canottaggio Master e non solo

affidiamoci a lui!!!

Giano può essere annoverato tra le divinità marine, o per lo meno “acquatiche” in quanto, secondo una versione del mito, sarebbe stato il primo dio di Roma (e in effetti esso non trova riscontro in altre mitologie e fu tipicamente italico e latino), dove giunse per mare dalla Tessaglia. Era quindi considerato l’inventore delle navi e il protettore della navigazione, dei porti e delle vie fluviali.
In quanto protettore della navigazione i master che scendono in barca dovrebbero rivolgersi a lui sperando di poter gareggiare nello stesso anno sempre nella stessa categoria .
Sarebbe troppo facile pensare che Giano essendo bifronte si ritenga giusto che i canottieri master possano essere BICATEGORIA!!
A parte gli scherzi che servono anche a non “drammatizzare” situazioni che fanno parte sempre e solo dello sport anche se vissuto con passione, ci auguriamo che la costante attenzione che Ottazzi pone alle problematiche dei master, anche in questo caso possa far sciogliere i nodi che si creano a causa dell’art. 2 del CDA nel programmare un’attività agonistica nell’arco di anno.
Sicuramente errori ce ne sono stati ma non è mai utile parlare del passato, piuttosto speriamo nella sensibilità del Consiglio Federale per una eventuale deroga, in attesa di modifica definitiva, dell’art. 2 del CDA allineandolo alla normativa FISA vigente.
Paolo Caracciolo di Brienza