La Community del Canottaggio Master e non solo

A guardare bene il primo numero che manca é……

il numero 11, numero che sembra nella storia non porti proprio bene, se qualcuno è incuriosito può andare a leggere l’articolo su www.abruzzo24ore.tv
Oggi è 11 settembre, data che da 10 anni fa riflettere e non solo e forse in questo caso il numero 11 incute proprio paura.
Ma c’è un altro numero 11 che in un campo totalmente diverso senza far paura a nessuno , mi spinge a fare qualche considerazione.
11 a Poznam sono le società italiane che hanno partecipato al Wordl master games.
Fino ad oggi nessuno ne sapeva nulla dei 12 singoli iscritti , dei 12 doppi , dei 6 quattro e dei 2 otto.
Senza tornare a quanto già detto in merito alla richiesta di autorizzazione da inoltrare alla federazione, mi sembra evidente che esistano delle manifestazioni a livello internazionale dove chi partecipa lo fa solo per se.
Noi master non possiamo protestare , chiedere e pretendere una ” considerazione ufficiale ” quando all’atto pratico continuiamo a ” giocare ” in modo diciamo infantile.
Teoricamente trentadue equipaggi che sulla carta corrispondono a 76 atleti gara ( forse una quarantina di atleti fisici) hanno rappresentato l’Italia e la FIC non ne sapeva nulla; non è una bella cosa.
Sono sempre più convinto che o si arriva a dare il famoso punteggio ai master con la conseguente attenzione delle società di appartenenza o, nonostante tutti gli sforzi fatti sin ora, quel numero 11 potrebbe segnare l’inizio di uno sgretolamento della categoria e sarebbe proprio un gran peccato anche perchè non vedo come dopo si possa tornare indietro:
Paolo Caracciolo di Brienza